nura crea, handmade, sardegna, mamuthones, storia, tradizione, abiti tradizionali, sposini

Visualizzazione post con etichetta villanova. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta villanova. Mostra tutti i post

sabato 6 luglio 2013

Un giorno in cucina: Sardegna Cooking Studio.

Da qualche tempo le tre Spighe in abito tradizionale di Cagliari si aggirano per una cucina speciale : la Sardegna Cooking Studio, con sede in Giappone, Tokyo. 
 Ad indirizzarle nel corso di cucina tradizionale sarda hanno trovato Claudia, food designer e Sardegna Cuisine Consultant and Instructor. 
Claudia e' sarda, sardissima e ha una grande passione per la cucina, sopratutto quella tradizionale.  
Il progetto Sardegna Cooking Studio nasce dall'unione di lavoro, passione, creativita' e tradizione. 

Abbiamo chiesto a Claudia di parlarci un po' di lei e del suo progetto e di mandarci qualche scatto delle tre Spighe all'opera. Che emozione! 

Buona lettura e visita 
per scoprire tutte le novita' e le ricette. 



Le tre Spighe @ Sardegna Cooking Studio , Tokyo. 
Photo: Claudia Casu


  "Mi occupo di design e comunicazione da quasi 20 anni, questo è il mio lavoro principale anche qui a Tokyo. Ho spesso occasione di occuparmi di progetti legati al mondo della cucina Italiana, cosa che mi permette di essere a stretto contatto con il mondo della ristorazione.
Grazie alla curiosità dei giovani Chef giapponesi, che quando vanno a studiare in Italia non si fermano più alle solite grandi città ma attraversano con coraggio il Tirreno alla scoperta dell'Isola, e grazie anche al prezioso lavoro degli importatori sardi che operano nel territorio organizzando svariate manifestazioni per promuovere la nostra cultura culinaria, qui a Tokyo c'è un fortissimo interesse per la cucina sarda. 














Le tre Spighe @ Sardegna Cooking Studio , Tokyo. 
                  Photo: Claudia Casu


"Supportata dalla mia grande passione per la cucina ho così deciso di mettermi in prima linea per trasmettere la nostra tradizione culinaria, organizzando lezioni di cucina sarda 100%. Nasce così Sardegna Cooking Studio. L'intento è quello di proteggere il più possibile le nostre semplici regole e allo stesso tempo quello di vigilare sulla fedeltà delle preparazioni nei ristoranti (alcuni dei miei allievi sono chef di ristoranti famosi).Gli ingredienti freschi sono al 90% a km zero: orate, spigole e vongole della Baia, verdure coltivate a regime ecologico nella mia provincia di residenza (il mio fornitore ufficiale è mio suocero, che coltiva per me l'aglio rosa di Sardegna). Importo dalla Sardegna olio extravergine d'oliva, farina di semola di grano duro, sale marino e pane carasau. Inoltre utilizzo solo ed esclusivamente lo zafferano sardo di San Gavino e propongo spesso vini sardi di tutta l'Isola."














Le tre Spighe @ Sardegna Cooking Studio, Tokyo. 
Photo: Claudia Casu








    "Durante le lezioni cerco sempre di proporre piatti strettamente legati alla stagione e alle usanze, così nel corso dell'anno si sono creati vari appuntamenti che i miei allievi aspettano con piacere e pazienza:

    I culingionis de mendula a Carnevale, su coccoi cun s'oi e caombasa a Pasqua, le lorighittas di Morgongiori per Ognissanti e tantissime altre ricette uniche al mondo proprie della nostra Terra.
    le lezioni sono impostate in maniera molto informale e la creatività è la parola d'ordine."


                     Claudia Casu 
Le tre Spighe @ Sardegna Cooking Studio , Tokyo. 
                  Photo: Claudia Casu





Ti ringrazio Claudia. 
Grazie per l'impegno che metti nella divulgazione e nella promozione della nostra cultura, di cui la cucina e' parte fondamentale e decisamente irrinunciabile.

Tienici aggiornati sulle novita' della .
Sardegna Cooking Studio
 e prima o poi...aspettaci per pranzo!



lunedì 30 aprile 2012

Bistiri de sa panettera: Villanova, Cagliari.

abito tradizionale cagliari sa panettera nura crea

L'abito da festa e da sposa di Villanova, bellissimo quartiere di Cagliari, è detto "su bistiri de sa panettera2. Nonostante il nome rievochi immagini differenti, l'abito è ricchissimo. La mantilla (cosi' viene chiamato il fazzoletto rosso) veniva ricamata con fili d'argento. Pare che il nome sia dovuto al fatto che le ultime ad indossare quest'abito siano state le panettiere di Sant'Avendrace . Il quartiere di Villanova continua, nonostante la contraria tendenza cittadina, a mantenere vive le tradizioni Cagliaritane.


Buona Sera a...

Nura Crea Feed inserisci la tua email